Benefici e controindicazioni del Watsu

Sciogliere le tensioni con lo Watsu, lo Shiatsu in acqua

Contratture muscolari e tensioni vengono letteralmente lasciate in acqua quando si pratica questa disciplina orientale in acqua calda.

L’operatore ti accompagnerà sostenendoti fisicamente, al totale abbandono in acqua del tuo corpo che galleggiando sarà massaggiato dal movimento dell’acqua. A posizione prona sarai sospinto in acqua con delicati e precisi movimenti che ti avvolgeranno e ti faranno sentire completamente a tuo agio. È indicato a tutte le persone che vogliono provare la delicatezza e l’armonia dell’unione tra l’elemento acqua da sempre collegato alle nostre emozioni al massaggio fisico. Inoltre il contatto fisico con l’operatore è concentrato sul tenere il corpo nella posizione più corretta senza essere invasivo.

Dall’altra parte, come tutti i lavori fisici ed emotivi in acqua calda, si possono provare emozioni e rivivere ricordi legati alla propria nascita, ma questo non deve spaventare, l’operatore saprà rendere l’esperienza piacevole e rilassante.

 

Benefici e controindicazioni del  Watsu

I benefici immediati sono legati alla sfera emotiva e allo stress, grazie all’azione dell’acqua calda sul corpo. A tal proposito informiamo che l’acqua calda può portare a galla emozioni molto contrastanti legate al trauma di nascita in persone particolarmente sensibili e predisposte o che stanno seguendo un percorso specifico su tale tematiche.

Agisce sulla respirazione, sulle tensioni psicofisiche, tensioni muscolari, e dopo qualche seduta i benefici saranno maggiori andando a sciogliere emozioni come la paura e favorendo il sonno.

Agisce a livello fisico su muscoli, nervi, vasi sanguigni, articolazioni.

Le controindicazioni quindi vanno dai problemi gravi di circolazione, fratture, problemi legati al contatto con l’acqua, dermatiti. Adatto anche in stato di gravidanza.

Grazie al costante contatto fisico dell’operatore, questo massaggio è indicato anche a chi ha paura dell’acqua o chi non sa nuotare, si rimane nella posizione supina, con il viso fuori dall’acqua.

L’acqua inoltre tenendo a galla il corpo facilita il massaggio anche a persone che hanno difficoltà di movimento o particolari esigenze fisiche per cui diventa difficoltoso fare un massaggio su un lettino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close